1. Contenuto della pagina
  2. Menu principale
  3. Menu di Sezione
testata per la stampa della pagina

Contenuto della pagina

BRESSO CONTRO LE VASCHE DI LAMINAZIONE  E PER LA DIFESA DEL PARCO NORD
Il Consiglio Comunale, con l'Ordine del giorno del 29 gennaio 2018,
chiede alla Giunta e al Sindaco di continuare con forza la battaglia contro le vasche di laminazione


L'Amministrazione Comunale ha rimarcato con fermezza la propria contrarietÓ alle vasche di laminazione, svolgendo numerose assemblee pubbliche anche al fine di intraprendere azioni comuni con il Supercondominio di via Papa Giovanni per contrastare questo progetto, ecco il dettaglio delle iniziative:

o L'assemblea Centro Civico 3 marzo 2015
o L'assemblea quartiere Papa Giovanni 22 luglio 2015
o L'assemblea quartiere Papa Giovanni 22 gennaio 2016
o Il convegno Patto per il Seveso 18 febbraio 2017
o L'assemblea quartiere Papa Giovanni 14 giugno 2017
o L'assemblea quartiere Papa Giovanni 11 luglio 2017

La Giunta Comunale, con deliberazione n. 46 del 4 aprile 2016,ha espresso parere CONTRARIO al progetto di sistemazione idraulica e laminazione delle piene del fiume Seveso mediante la localizzazione a ridosso del Comune di Bresso della vasca di Laminazione di Milano, inserita nel perimetro del Parco Nord. A suo tempo AIPO aveva illustrato agli Enti territoriali il progetto dell'intero sistema di vasche di laminazione previsto nel bacino del Seveso, ma la prospettata unificazione dei siti di Varedo e Paderno Dugnano e la conseguente rilocalizzazione in area da sottoporre a preventiva bonifica rimette in discussione l'intero sistema.
Vi sono inoltre perplessitÓ sul finanziamento degli interventi di manutenzione della vasca di laminazione.
Regione Lombardia, incurante dei pareri contrari di cui sopra, ha espresso pronuncia di compatibilitÓ ambientale del progetto di sistemazione idraulica e laminazione delle piene del torrente Seveso, nel Comune di Milano.  L'Amministrazione Comunale, contro tale decreto, ha proposto ricorso davanti il Tribunale Superiore delle Acque Pubbliche, purtroppo Ŕ stato respinto.
Dopo che il Tribunale Superiore delle Acque Pubbliche ha respinto il ricorso presentato dal Comune, l'Amministrazione si Ŕ rivolta direttamente al Governo.

Il Sindaco Ugo Vecchiarelli ha incontrato Maria Elena Boschi, Sottosegretaria di Stato alla Presidenza del Consiglio dei Ministri, che curerÓ l'istruttoria all'opposizione del Comune di Bresso al Decreto Regionale che ha approvato in conferenza di servizi il progetto definitivo della vasca di Milano, per informare il Governo della contrarietÓ di Bresso al progetto e che dovrÓ esprimersi su tale opposizione.

Tali azioni hanno sospeso l'efficacia degli atti assunti, bloccando di fatto l'avanzamento delle fasi realizzative dell'opera, ma che l'intervenuta sentenza di rigetto da parte del Tribunale Superiore delle Acque Pubbliche ha determinato un pesante stop all'azione di contrasto relativo alla realizzazione di tale opera;

Analoga pronuncia di inammissibilitÓ era stata pronunciata dal medesimo TSAP nel parallelo ricorso contro le vasche del Seveso promosso dal Supercondominio "Campo Giochi" di Bresso, per difetto di legittimazione dei ricorrenti: in tale giudizio il Comune di Bresso si era costituito ad adiuvandum condividendone le conclusioni.
Avverso tale sentenza di inammissibilitÓ Ŕ giÓ stato proposto ricorso in Cassazione dal Supercondominio. Secondo il Tribunale, l'oggetto del giudizio promosso dal Comune di Bresso Ŕ il progetto definitivo delle vasche e la successiva valutazione di impatto ambientale.

Considerato che la ricostruzione operata dal Tribunale non risulta condivisibile anche perchÚ il progetto avrebbe potuto anche non superare la valutazione di impatto ambientale se fossero state accolte le osservazioni presentate dal Comune di Bresso relative proprio alla localizzazione dell'opera, non accettate solo per un vizio di forma.

Il Consiglio Comunale, in data 29 gennaio 2018,ha approvato all'unanimitÓ   l'ordine del giorno chiedendo al Sindaco e alla Giunta di proseguire nella messa in campo di tutte le iniziative necessarie contro la realizzazione della vasca di laminazione prevista dal Comune di Milano, in area confinante con il quartiere Papa Giovanni di Bresso, per la tutela dei cittadini e in difesa del Parco Nord. Il Consiglio Comunale ha chiesto inoltre alla Giunta di autorizzare il Sindaco a ricorrere in Cassazione avverso la sentenza Superiore delle Acque Pubbliche che ha respinto il ricorso promosso dal Comune di Bresso contro la Regione Lombardia, il Comune di Milano, l'AIPO, la Presidenza del Consiglio dei Ministri e il Ministero dell'Ambiente avente ad oggetto la realizzazione delle vasche di laminazione del torrente Seveso.

L'Amministrazione Comunale, attraverso azioni concrete e mirate, continua a ribadire la propria contrarietÓ alle vasche di laminazione, che sono dannose e inutili per il Parco Nord e nocive per la salute dei cittadini.

Bresso, 30 gennaio 2018