1. Contenuto della pagina
  2. Menu principale
  3. Menu di Sezione
testata per la stampa della pagina

Contenuto della pagina

NUOVO REGOLAMENTO DELLA TASSA RIFIUTI

 
 

Le principali novità


Gentili Contribuenti,

il Regolamento della Tassa sui Rifiuti (TARI) vigente e approvato con delibera di Consiglio Comunale n. 22 del 27.05.2014 è stato modificato e integrato con Delibera di Consiglio Comunale n. 4 del 29.01.2018 con delle importanti novità.
Di seguito , in evidenza , il riepilogo delle più importanti integrazioni e modifiche.

Art.12 :
NUOVO INSERIMENTO : individuazione del numero degli occupanti

Art.17 :
la denuncia di cessazione va presentata entro il termine di 60 giorni (comma 3)

Art.18 :
- la dichiarazione di occupazione/variazione/cessazione va presentata entro il termine di 60 giorni (comma 3)
- nel caso di decesso del contribuente, si presenta dichiarazione di cessazione/variazione  entro un anno dal decesso o entro il 30 giugno dell'anno successivo se più favorevole (comma 9)

Art. 19 :
NUOVO INSERIMENTO : pratica del COMPOSTAGGIO che entrerà in vigore dal 1/1/2019 ( comma 1 lettera b)
- le riduzioni/esenzioni decorrono dal mese successivo a quello della richiesta ( comma 2) 
NUOVO INSERIMENTO : riduzioni per i RIFIUTI ASSIMILATI AGLI URBANI con apposita richiesta da presentare all'Ufficio Tributi entro il 31 gennaio dell'anno successivo (art.19 comma 3)

Art.24: 
il finanziamento delle riduzioni, esenzioni e agevolazioni resta a carico del bilancio comunale , e non più a carico degli altri contribuenti (entrerà in vigore dal 1/1/2019)


Art. 27 :
- l'importo minimo del versamento del tributo diventa euro 10,00 e non più euro 12,00

Art. 28 :
- l' importo da rimborsare deve essere superiore al minimo di versamento ( euro 10,00)

Art.30 :
- verifiche ed accertamenti : il termine di preavviso per permettere al personale autorizzato ad accedere ai locali e/o aree diventa 24 ore

Art.31 :
-vengono specificate le percentuali di sanzioni che verranno applicate in caso di omessa/infedele dichiarazione in applicazione della normativa vigente

Art.34 :
- per procedere alla notifica di avvisi di accertamento o riscossione coattiva, l' importo minimo è 10,00 (cosi come richiamato dall'art. 27 comma 5 )

Art. 37:
le modifiche degli articoli 19 e 24 entreranno in vigore il 1° gennaio 2019.


Si sottolineano aspetti importanti già contemplati nel Regolamento originario :

I proprietari di immobili, concessi in affitto
, per non incorrere nella corresponsabilità di avvisi di accertamenti per tributi non pagati , possono chiedere informazioni circa l'attivazione, i pagamenti e la cessazione della posizione tributaria del proprio inquilino, anche durante la durata del rapporto contrattuale.

Quando si modifica la propria residenza è necessario presentare la denuncia di cessazione della tassa rifiuti, diversamente non si chiude la propria posizione tributaria e si continua a ricevere la cartella per il pagamento della tassa.

Si precisa che si può essere residenti altrove, ma avere la disponibilità di altri immobili sui quali la tassa rifiuti va comunque pagata.

La tassa Rifiuti si paga sulle abitazioni, ma anche sui Box, sulle cantine e sui solai. In sede di attivazione va pertanto dichiarato anche il box, la cantina e/o il solaio.
Anche chi è proprietario o inquilino solo di un box deve attivare la tassa rifiuti, pagarla e fare denuncia di cessazione in seguito alla modifica del possesso o dell'utilizzo dello stesso.