Si avvisano i Sigg. contribuenti che il 16 giugno 2024  (domenica) indi 17 giugno 2024 è la data di scadenza per il versamento dell'IMU annualità 2024: rata di acconto e/o rata unica.
La sola rata di saldo è confermata con scadenza 16.12.2024.

IMU- IMPOSTA municipale propria - NUOVA IMU - ANNO 202 4
Confermate le tariffe della Nuova IMU per l'anno 2024

Nuova IMU 2020 Legge 27 dicembre 2019, n.160.

L'IMU deve essere pagata dal proprietario di immobili, dall'usufruttuario e dal titolare di altri diritti reali.

L'IMU si paga:
1) su altri immobili: (altri appartamenti, altri box, uffici, negozi, aree fabbricabili ecc..) con l'aliquota del 10,6 per mille interamente a favore del Comune utilizzando il codice 3918

2) SOLO sulle abitazioni principali classificate nelle categorie catastali: A/1(abitazione di tipo signorile), A/8(abitazioni in ville) e A/9(castelli, palazzi di eminenti pregi artistici o
storici) e sulle relative pertinenzeclassificate nelle categorie catastali C/2, C/6 e C/7 (una sola per ogni categoria) con l'aliquota del 4,5 per mille (deliberata dal Comune nell'anno 2012 e confermata anche per l'anno 2016) e la relativa detrazione utilizzando il codice 3912(Comune);
Dall'imposta dovuta per l'unità immobiliare adibita ad abitazione principale del soggetto passivo e per le sue pertinenze, si detraggono 200,00 euro rapportati al periodo dell'anno durante il quale si protrae la destinazione dell'immobile ad abitazione principale; se l'immobile è adibito ad abitazione principale da più soggetti passivi, la detrazione spetta a ciascuno di essi proporzionalmente alla quota per la quale la destinazione medesima si verifica.
Per usufruire delle agevolazioni per abitazione principale è necessario avere la residenza e la dimora di tutto il nucleo familiare nell'immobile destinato ad abitazione principale.

3) Per gli immobili classificati nella categoria catastale D,il versamento va effettuato come segue:
- applicando il 50% calcolato con aliquota del 7,6 per mille a favore dello Stato utilizzando il codice 3925;
- applicando il 50% calcolato con l'aliquota del 3 per mille a favore del Comune utilizzando il codice 3930.

COME SI PAGA:
L'IMU deve essere pagata al comune nel quale sono situati gli immobili ed aree fabbricabili;
Il pagamento deve essere effettuato con Mod. F24 in banca o in posta, o mediante home- banking. o, in alternativa con apposito bollettino di conto corrente postale predisposto dalle Poste italiane recante dicitura "pagamento IMU" che riporta il numero di Conto corrente postale: 1008857615 unico in tutta Italia da compilarsi in ogni sua parte .
Nel modello F24 o Bollettino di conto corrente postale, si dovranno indicare i seguenti codici tributo:
-  abitazione principale e pertinenze quota comune codice 3912;
-  altri fabbricati (eccetto categoria catastale D) quota comune codice 3918;
-  immobili categoria catastale D (capannoni, cinema, teatri alberghi, ecc..) quota comune codice 3930, quota stato codice 3925;
-  aree fabbricabili: quota comune codice 3916;

IL CODICE CATASTALE DEL COMUNE DI BRESSO DA INDICARE SUL MOD. F24 O BOLLETTINO DI C/C POSTALE E' B162

ALIQUOTE:
- 4,5 per mille per le abitazioni principali di lusso (categorie catastali A/1, A/8, e A/9)
- 10,6 per mille per tutti gli altri immobili (altri appartamenti, altri box, aree fabbricabili negozi, uffici, capannoni ecc.. Compresi gli alloggi dati in locazione o comodato d'uso gratuito).

COME SI EFFETTUA IL CALCOLO:
l'IMU si calcola sulla rendita catastale dell'immobile aumentata del 5% moltiplicata per i seguenti moltiplicatori fissati dalla legge per ottenere la base imponibile a fianco di ogni categoria catastale corrispondente:
A / (da 1 a 9)        160
A/10                       80
B                          140
C/1                         55
C/2                       160
C/3, C/4, C/5        140
C/6                       160
C/7                       160
D                           65
D/5                        80

ESEMPIO: Rendita catastale x 1,05 x moltiplicatore x aliquota (al risultato ottenuto andranno applicate le detrazioni se spettanti, e sarà suddiviso in base alle percentuali di possesso dell'immobile).

Per le aree fabbricabiliil valore è costituito da quello venale in comune commercio al1° Gennaio dell'anno di imposizione, con riguardo ai prezzi medi rilevati sul mercato per la vendita di aree aventi caratteristiche similari.

Per i coniugi separati/divorziati: ai soli fini dell'IMU relativa all'ex casa coniugale, assegnata al coniuge, a seguito di provvedimento di separazione legale, annullamento, scioglimento o cessazione degli effetti civili del matrimonio, il pagamento dell'imposta deve essere effettuato totalmente dal coniuge assegnatario che ha la residenza e la dimora abituale nell'immobile previa presentazione di istanza.
Per i cittadini residenti all'estero AIRE:
per gli immobili posseduti e utilizzati come abitazione principale, l'aliquota da applicare è del 10,6 per mille ai sensi dell'art. 9 bis Legge 80 del 23.05.2014 .

Riduzioni:
- per i fabbricati di interesse storico o artistico;
- per i fabbricati dichiarati inagibili o inabitabili e di fatto non utilizzati, limitatamente al periodo dell'anno in cui sussistono dette condizioni. L'inagibilità e/o l'inabitabilità devono essere accertati
dall'Ufficio Tecnico Comunale a spese del contribuente, in alternativa il contribuente può fare una dichiarazione, ai sensi del DPR 445/2000. La base imponibile IMU è ridotta del 50%
- per coloro che cedono mediante contratto d'usogratuito regolarmente registrato all'Agenzia delle Entrate l'immobile al proprio figlio o al  proprio genitore a condizione che non si siaproprietari di altri immobili su tutto il territorio nazionale: la riduzione èpari al 50% dell'imponile IMU

Dichiarazione IMU
Entro il 30 giugno dell'anno successivo a quello in cui è avvenuta la variazione, per i casi previsti, (vedi istruzioni dichiarazione IMU), deve essere presentata la dichiarazione.

Importo minimo:
Se l'importo totale annuo dell'IMU è uguale o inferiore ad €. 12.00 non si deve effettuare il versamento.

Ravvedimento operoso
E' possibile pagare l'IMU dopo le scadenze, usufruendo del ravvedimento operoso, pagando un minimo di sanzioni e di interessi.

Per informazioni  Ufficio Tributi.

e- mail: ufficio.imu@bresso.net -  ufficio.tributi@bresso.net;