Commercio su aree pubbliche - Ultime disposizioni in materia di rilascio dell'attestazione (Legge Finanziaria 2010 - DGR 8/11003 del 13/01/2010)

A seguito della ultime disposizioni della Legge Finanziaria 2010, sono state ulteriormente modificate dalla Regione Lombardia le modalità per il rilascio, nei confronti degli operatori commerciali su aree pubbliche, dell'attestazione annuale di assolvimento degli obblighi amministrativi, fiscali, previdenziali ed assistenziali.

SINTESI DELLE PRINCIPALI NOVITA'

Proroga dei termini per l'attestazione annuale

Il termine ultimo entro cui ottenere o rinnovare l'attestazione annuale passa dal 31 gennaio al 31 ottobre.
E' confermata la facoltà, da parte dell'operatore, di rivolgersi per tale adempimento ad un'Associazione di categoria, ad uno dei Comuni sede di posteggio o al Comune di residenza.

Chiarimenti in ordine al DURC per gli ambulanti

La Regione Lombardia ha deciso di non richiedere il DURC per gli ambulanti, da intendersi quale verifica in ordine alla puntualità dei versamenti in ambito previdenziale ed assistenziale, ma di confermare il dettato della Legge regionale 15/2000 e dei successivi provvedimenti attuativi.
Ciò implica che il Comune, o l'Associazione di categoria, si limiteranno a verificare, ai fini del rilascio dell'attestazione, che l'operatore abbia posizioni regolarmente aperte presso la Camera di Commercio, l'INPS, l'INAIL (qualora soggetto) e abbia provveduto, sempre se vi sia tenuto, alla presentazione della dichiarazione dei redditi d'impresa per l'ultimo anno d'imposta.
Il Comune non è pertanto competente ad accertare l'effettivo pagamento dei relativi oneri, che sono dovuti agli Enti terzi sopra indicati. Ognuno di questi ultimi ha, infatti, tutti gli strumenti necessari per poter chiedere ed ottenere i suddetti pagamenti.
Il Comune è totalmente esonerato da qualsiasi responsabilità qualora, da verifiche successive, emergano profili non veritieri rispetto ai dati dichiarati dall'operatore, il quale risponde, anche a livello penale, di eventuali falsità.
Il Comune, infine, revoca l'autorizzazione, ovvero il diritto alla prosecuzione dell'attività, nel caso in cui siano venuti meno gli adempimenti amministrativi, previdenziali, fiscali o assistenziali da parte dell'operatore, applicando allo stesso, nel contempo, la confisca delle attrezzature e della merce.
Si segnala, al riguardo, che le disposizioni regionali sono identiche a quelle già emanate prima della provvisoria introduzione del DURC per gli ambulanti ad opera della Legge 102/2009.

Carta di Esercizio

E' confermato al 07 dicembre 2010 il termine da cui inizieranno ad applicarsi le sanzioni nei confronti degli operatori sprovvisti di Carta di Esercizio, o che non ne hanno provveduto all'aggiornamento entro i novanta giorni successivi al prodursi degli eventi modificativi (acquisizione, modifica, cessione o cessazione di autorizzazioni commerciali su aree pubbliche).
L'importo della sanzione è compreso tra € 500,00 e € 3.000,00 (pari pertanto a € 1.000,00 se l'operatore provvede al pagamento entro i termini).
Il modello della Carta di Esercizio è scaricabile in formato Word o PDF.

Aggiornamento modulistica comunale

Il Servizio Commercio ha provveduto ad aggiornare la modulistica relativa alle attività di commercio su aree pubbliche, per adeguarla alle ultime disposizioni. I moduli sono scaricabili dall'apposita Sezione o dal link Contatti.

Riferimenti normativi

- Articolo 2, comma 12, Legge 191/2009 (Legge Finanziaria 2010);
- DGR 8/10615 del 25/11/2009, modificata dalla DGR 8/11003 del 13/01/2010